Casa Prefabbricata, quali sono i Pro e i Contro?

Casa Prefabbricata, quali sono i Pro e i Contro?


Io e mia moglie abbiamo deciso di costruire la nostra prima casa indipendente. Ci piacerebbe una casa prefabbricata ma vorremmo sapere, quali sono i pro e i contro di questa tipologia di costruzione?

La casa prefabbricata è una tipologia di costruzione che si basa sull’utilizzo di moduli pre-costruiti.

Questi moduli vengono realizzati in aziende appositamente create e successivamente assemblati direttamente sul luogo di destinazione finale.   

Lo sviluppo della casa prefabbricata

Questo genere di abitazione è recentemente salita alla ribalta nel nostro paese dopo anni di diffidenze.

Ha preso recentemente piede soprattuto per quanto riguarda l’ambito edilizio residenziale, cioè dedicato alle abitazioni private.

Infatti per l’edilizia industriale, questa tecnologia costruttiva era già da anni sfruttata e apprezzata.

Fino a poco tempo fa, la parola casa prefabbricata evocava nel cliente privato l’immagine dei bungalow in legno da campeggio o i container per le emergenze.

Con il fiorire di aziende anche locali specializzate nella loro costruzione e con architetti ed ingegneri esperti del settore, si sta scoprendo la loro affidabilità e sicurezza.

Andiamo adesso a capire i pro e i contro di questa tecnologia costruttiva e abitativa.

PRO

  • Le case prefabbricate hanno un alto valore tecnologico
  • Sono eco-sostenibili
  • Rispetto all’edificazione standard di un’abitazione, i costi sono sempre sotto controllo, in quanto la costruzione modulare prefabbricata esce dall’azienda quasi totalmente pronta al montaggio sul terreno scelto (e debitamente preparato ad accoglierla).   Il preventivo di fabbrica è comprensivo di tutte le spese (dalla progettazione, alla creazione, al trasporto, al montaggio finale) e quindi l’abitazione viene consegnata “chiavi in mano” al prezzo pattuito in fase di progettazione
  • Sono costruzioni antisismiche, grazie proprio alla loro tecnologia basata all’ingegneria sismica e quindi, vista la conformazione del nostro paese, molto adatte al territorio
  • In fase di progettazione, permettono una varietà di scelta per i materiali di costruzione (in legno, in cemento e laterizio, in vetro e metallo, etc.)
  • Infine, uno dei fattori “pro” più significativi è quello delle tempistiche di realizzazione ridotte, rispetto ad un tempo medio-alto degli standard, consentendo di avere un’abitazione pronta ad accogliere i proprietari in 2-3 mesi. Questo aspetto poi può variare a seconda del progetto e della sua complessità

CONTRO

Quando si ha a che fare con le abitazioni prefabbricate, bisogna innanzitutto avere le idee chiare in fase di progettazione.  

  • Essendo generalmente una costruzione “a moduli fissi”, questa successivamente non può essere modificata e quindi i mq di progetto devono esser ben calcolati e studiati.   Le pareti interne non potranno essere aperte o spostate in base ad un uso diverso degli spazi, come invece si può fare con l’abbattimento di tramezzi o pareti non portanti nelle classiche abitazioni moderne
  • Genericamente la casa prefabbricata proprio per la sua tecnologia costruttiva ha uno standard di dimensionamento dell’edificio, ne troppo piccolo e nemmeno troppo sviluppato in altezza (su più di due livelli)
  • Il progetto classico di una casa prefabbricata, oltre ad avere la sua realizzazione delle parti in aziende esterne, e costituito anche dalla realizzazione di un “appoggio” in loco corretto e funzionale alla struttura che ci andrà sopra.   Generalmente bisogna contattare un’azienda esterna a quella della casa per la costruzione di una base con tutti gli allacci energetici pronti per essere poi collegati alla casa.   Quindi l’ambiente dove sorgerà l’abitazione si dovrà adattare alla rigorosa disposizione costruttiva dell’immobile prefabbricato e non viceversa rispetto ad una progettazione classica che è maggiormente malleabile e adattabile all’ambiente circostante
  • A livello di progetto, non consentono l’estrema personalizzazione degli spazi e della forma finale della casa che invece permette una progettazione architettonica standard.
Seguici e Condividi

Info sull'autore

Gabriella Piombi administrator

Laureata in economia e commercio, con una tesi sul Franchising Immobiliare, si occupa di intermediazione creditizia da oltre 15 anni con una specializzazione nel settore dei mutui  per la casa.  Attualmente è responsabile Fincasa mutui e cessioni del quinto

error

Ti piace questo blog? Seguici anche sui nostri social!