Archivio per Categoria Casalinghi

Le 5 migliori caffettiere moka


Sto cercando la caffettiera moka giusta per me da acquistare.

Quale mi consigliate ?


Per un buon caffè espresso tradizionale bisogna avere una buona caffettiera Moka.

Va detto che, come per altri articoli casalinghi e non solo, anche in questo ambito la soggettività personale rimane un punto fermo che ogni fruitore ha. Quando si parla di caffè, ognuno ha un proprio gusto, un proprio stile e delle proprie necessità che soddisfa con la caffettiera che più la convince.

Detto questo, abbiamo creato una classifica per individuare le caffettiere moka che meglio si possono adattare ad ogni situazione, gusto e utilizzo.

I parametri che sono stati valutati per scegliere le nostre 5 migliori caffettiere Moka sono stati quelli della tradizione, dei materiali, dell’innovazione, del fattore qualità/prezzo, del design, della funzionalità e della particolarità.


1 – Bialetti Moka Express

Caffettiere Moka - Bialetti Moka Express

LA PRIMA, L’UNICA E L’ORIGINALE

La prima caffettiera moka, famosa in tutto il mondo, creata da Alfonso Bialetti nel 1933 e successivamente prodotta in più di 100 milioni di esemplari fino ad oggi. La caffettiera, per la sua importanza, è presente nella collezione permanente del Museo del Design della Triennale di Milano e del MoMA di New York.

Moka Express è realizzata in alluminio ed è caratterizzata dal raccoglitore, la caldaia ottagonale in alluminio e l’esclusiva valvola ispezionabile di facile pulizia.


2 – Alessi 9090

Caffettiere Moka - Alessi 9090

UN’ICONA DEL DESIGN

È la caffettiera dell’azienda Alessi più amata dal pubblico.  Realizzata in acciaio inossidabile 18/10 e con fondo in acciaio magnetico, la caffettiera Alessi 9090 è adatta anche ai fornelli ad induzione. 

È stata la prima caffettiera realizzata dalla Alessi e il loro primo prodotto premiato con il Compasso d’Oro, un famoso e ambito premio internazionale per il miglior design.

Come per la caffettiera Bialetti Moka Express, anche questa caffettiera è esposta al MoMA di New York e rappresenta l’eccellenza del design made in Italy

La caffettiera Alessi 9090 è originale non soltanto per la sua particolare forma tronco-conica, ma anche per alcune innovazioni funzionali, come la base allargata (per sfruttare tutto il calore), il beccuccio antigoccia e la chiusura a leva che consente di aprire la caffettiera con semplicità.


3 – Lagostina Samba

Caffettiere Moka - Lagostina Samba

QUALITÀ/PREZZO

Dalla forma classica della caffettiera moka, la Lagostina Samba è tra i modelli più venduti di Lagostina. La caffettiera Samba è consigliata per la sua robustezza, la sua lunga durata e il buon rapporto qualità-prezzo.

È realizzata in una lega di alluminio, con valvola di sicurezza nichelata per prevenire qualsiasi tipo di ossidazionee guarnizione in silicone per una lunga durata e una pulizia semplice.


4 – De’Longhi Alicia Plus

Caffettiere Moka -  De’Longhi Alicia Plus

LA CAFFETTIERA DEL NUOVO MILLENNIO

L’azienda De’Longhi, con la caffettiera Alicia, ha portato l’innovazione tecnologica del nuovo millennio nel mondo delle caffettiere, realizzando la prima caffettiera elettrica.

Formalmente riprende la struttura della classica caffettiera moka, ma si differenzia con un contenitore e un coperchio trasparenti per controllare la preparazione del caffè.

Oltre ad essere stata la prima caffettiera elettrica, Alicia ha lo spegnimento automatico quando il caffè è pronto, un timer programmabile 24 ore, la funzione che mantiene il caffè caldo per 30 minutie delle opzioni per scegliere il tipo di aroma e anche per preparare caffè d’orzo.


5 – Kamira

Caffettiera Kamira

LA PIÙ PARTICOLARE

La caffettiera Kamira è la nuova concezione della caffettiera moka.

Si contraddistingue per la sua struttura a fontana e le sue caratteristiche la rendono unica permettendo una distribuzione del caffè direttamente nelle tazzine, evitando sporco e sprechi.

Prodotta con lavorazioni artigianali, è realizzata interamente in acciaio inox e tutte le sue parti possono essere smontate, sostituite o rigenerate.

Funziona con fornelli classici ma anche con quelli ad induzione ed in vetroceramica.

La sua impugnatura curva è atermica e garantisce una presa stabile e sicura.

Ha una lunga durata nel tempo, visto che al suo interno non vi sono meccanismi, molle, valvole o guarnizioni.

Seguici e Condividi

Caffettiera Moka e Caffettiera Napoletana: che differenza c’è?


Sono una giovane ragazza che per preparare il caffè ha sempre usato in casa la caffettiera Moka. Di recente, dopo un viaggio a Napoli, ho scoperto l’esistenza della caffettiera Napoletana.

Che differenza c’è tra le due tipologie di caffettiere?


Il caffè, in Italia, da semplice bevanda è diventato un simbolo della nostra quotidianità e della nostra cultura.

La passione per il caffè e per la sua degustazione ha permesso negli anni grandi innovazioni e sviluppi tecnologici per la creazione degli strumenti per prepararlo.

Anche se oggi spopolano le macchine elettriche per espresso a cialde, i due più conosciuti e, ovviamente, più amati strumenti per fare un buon caffè in casa sono la Caffettiera Napoletana e la Caffettiera Moka.

Queste due tipologie di caffettiera, pur formalmente diverse, sfruttano entrambe l’induzione del calore per scaldare l’acqua al loro interno e preparare il caffè.

CAFFETTIERA NAPOLETANA

Questa caffettiera, conosciuta anche come “cuccumella”, ha le sue origini nel XIX secolo.

Ha una forma simmetrica in quanto il suo procedimento di preparazione del caffè consiste nel capovolgerla una volta che l’acqua è andata in ebollizione per permettere all’acqua stessa di passare attraverso una sezione contenente la polvere di caffè e far uscire la bevanda calda.

È ancora oggi usata e apprezzata soprattutto nella zona di Napoli, dove viene considerata la miglior caffettiera per il gusto e l’aroma che riesce a infondere al caffè.

CAFFETTIERA MOKA

La Caffettiera Moka è nata negli anni ’30 del novecento per merito di Alfonso Bialetti, fondatore dell’omonima azienda ancora oggi conosciuta per la produzione di caffettiere.

Nella Caffettiera Moka, l’acqua è posizionata nel recipiente inferiore (caldaia), che scaldandosi porta questa ad ebollizione e la fa salire su per un imbuto che al suo apice contiene la polvere di caffè, riversando la bevanda calda ottenuta in un successivo recipiente (bricco o raccoglitore) disposto in cima alla caffettiera.

Il successo e la maggior diffusione di questa tipologia di caffettiera, rispetto a quella napoletana, è dovuto alla semplicità del processo di preparazione del caffè.

Ad oggi la caffettiera moka è disponibile anche in versione elettrica, realizzata per semplificare ancor di più la preparazione del caffè grazie alla possibilità di pre-impostarla e di non dover usare fonti di gas o fuochi accesi che andrebbero controllati. 

Seguici e Condividi
error

Ti piace questo blog? Seguici anche sui nostri social!