Archivio per Categoria Interior Design

Che cos’è e da cosa è caratterizzato lo “Stile Scandinavo”?


 

Ho deciso di ristrutturare la casa dei miei nonni e volevo puntare su di uno stile minimale. Sfogliando le riviste del settore e navigando in internet, ho scoperto lo “stile scandinavo” che mi sembra similare la mia idea di casa e arredamento. In che cosa consiste questo stile di design?

 

Con il termine di “stile scandinavo”, si intende uno stile di design che fonde funzionalità ed estetica e dove appunto la forma segue sempre la sua funzione finale.   Questo stile è quindi caratterizzato da undisegno semplice e funzionale, da linee pulite, dall’utilizzo del legno naturale, da colori tenui e dall’utilizzo di tessuti grezzi o naturali.

 

Il suo nome, deriva propriamente dai paesi scandinavi, dove è nato e si è sviluppato conquistando i gusti di milioni di persone in tutto il mondo. Originario di Svezia, Danimarca, Finlandia, Norvegia e Islanda, è stato da subito caratterizzato per l’attenzione concentrata su l’utilizzo di materiali di provenienza localee da un design estremamente pratico. Il clima rigido di questi paesi, ha portato i suoi abitanti a creare un ambiente di vita il più confortevole possibile per sopperire alle condizioni ostili del territorio. Gli spazi interni “di vita”sono quindi molto caldi ed accoglienti, grazie all’utilizzo di determinati materiali e colorazioni. La scarsità di luce naturale per gran parte dell’anno, ha poi spinto l’utilizzo predominante del biancoper avere ambienti luminosi.

 

L’utilizzo del legno naturale è caratteristica fondamentale di questo stile, in quanto, le popolazioni scandinave sono famose per aver sempre avuto un grande legame e rispetto per la natura che le circonda.

Seguici e Condividi

Che tipologia abitativa è il “Loft”?


Tra le descrizioni di tipologie abitative negli annunci immobiliari ho trovato il termine “Loft”. Che cosa significa?

 

Il termine inglese “Loft”, trae parte del suo nome dal norvegese Lopte dal tedesco Luft, che significano «aria».

Viene quindi indicato per rappresentare uno spazio arioso e luminoso, utilizzato negli ultimi decenni per la realizzazione di abitazioni o locali ottenuti tramite il recupero di una o più strutture industriali in disuso, in genere di ampie dimensioni e quasi completamente prive di pareti divisorie interne.

I primi esempi di realizzazione ed utilizzo di questa tipologia di spazi, sono stati quelli di alcune case-studio, ricavate da artisti nei vecchi magazzini situati nelle vicinanze di New York, a partire dagli anni Settanta del Novecento.

Per questa sua caratteristica di avere un’assenza quasi totale di pareti divisorie, il Loft è anche compatibile con la tipologia abitativa dell’ ”Open Space.

Ad oggi, la realizzazione di Loft e in crescita grazie a questa sua conformazione spaziale, in quanto rimanda ad un concetto di libertà e di recupero e riciclo di spazi altrimenti abbandonati a sé stessi.

Seguici e Condividi

Cosa si intende per spazio “open space”?


 

Cosa si intende per spazio “open space”?

 

Con il termine open space, riguardo ad un’accezione prettamente immobiliare, si intende una tipologia abitativa o lavorativa, costituita da un unico spazio aperto, senza muri divisori fissi, o meglio, con i soli muri di delimitazione del bagno e del perimetro esterno della casa.

Secondo questa conformazione dello spazio, gli interni dovrebbero poter essere suddivisi da strutture mobili, separé o scaffalature.

Questa concezione di spazio, è stata maggiormente usata negli scorsi decenni, nell’organizzazione di uffici e spazi commerciali, ma ad oggi viene scelta anche per la realizzazione di abitazioni, soprattutto se di piccole dimensioni, in quanto permette di recuperare spazio e luminosità.

Nella più classica delle conformazioni residenziali, un esempio di open space è quello del soggiorno con angolo cottura, dove per guadagnare mq utili vengono eliminate le pareti di divisione tra cucina/cucinino e soggiorno.

In questo caso tipo, ancora persistono le delimitazioni architettoniche delle murature che separano la zona giorno dalla zona notte, che come già detto andrebbero eliminate per creare una vera e propria abitazione open space.

Seguici e Condividi
error

Ti piace questo blog? Seguici anche sui nostri social!