Come si sceglie la tipologia del termosifone?

Come si sceglie la tipologia del termosifone?

Devo sostituire l’impianto di riscaldamento nella mia casa di vacanza e vorrei sapere: come si sceglie la tipologia del termosifone?

Quando si decide di apportare delle modifiche all’impianto di riscaldamento della propria abitazione, la sostituzione dei termosifoni rappresenta un elemento centrale. Dal momento che le variabili da valutare sono molte, proviamo a vedere insieme come iniziare ad orientarsi, ancor prima di contattare l’installatore.

Considerazioni preliminari

Lo stile della casa, la sua funzione (casa principale o seconda casa) e la sua ubicazione, giocano un ruolo fondamentale nella scelta dei termosifoni, così come le dimensioni degli ambienti da riscaldare. Sarà essenziale, dunque, avere una precisa risposta a tali questioni, al fine di capire come si sceglie la tipologia del termosifone.

Tipologie di termosifoni

Se prendiamo in considerazione il tradizionale riscaldamento per convenzione, le tipologie di termosifoni si dividono, essenzialmente, in tre materiali:

  • ghisa
  • acciaio
  • alluminio.

Ghisa

Il più classico e tradizionale calorifero è certamente quello in ghisa; dotato di un’ottima inerzia termica, impiega un po’ a scaldarsi, ma si raffredda molto lentamente. È consigliato, quindi, se la casa è vissuta costantemente. I termosifoni in ghisa hanno un costo contenuto, anche se, lo ricordiamo, non vantano una vasta gamma di personalizzazioni; ciò li rende adatti, per lo più, ad ambienti di taglio classico o rustico.

Alluminio

I termosifoni in alluminio sono i più economici sul mercato, nonché i più facili da installare. Disponibili in un’ampia varietà di linee estetiche, hanno una buona resa termica e scaldano velocemente l’ambiente, pur raffreddandosi presto, una volta che l’impianto viene spento.

Acciaio

Quelli in acciaio sono, certamente, i caloriferi più moderni. Disponibili in un’infinità di varianti estetiche, dalle linee eleganti e contemporanee, sono la scelta giusta per chi vuole coniugare comfort e design. Come l’acciaio, disperdono velocemente il calore quando vengono spenti e, pertanto, sono adatti ad abitazioni vissute solo parzialmente.

Possiamo quindi affermare che, per una seconda casa, vissuta solo in determinati periodi e non in maniera costante, la scelta potrebbe ricadere su caloriferi in acciaio o in alluminio. Dato il loro maggior rapporto qualità/prezzo, sentiamo di consigliare, in definitiva, l’installazione di termosifoni in alluminio.

Seguici e Condividi

Info sull'autore

Redazione author

Redazione del Portale Casa Mia

error

Ti piace questo blog? Seguici anche sui nostri social!