Differenze tra infissi interni esterni e serramenti.

Differenze tra infissi interni esterni e serramenti.

Sto rimodernando la mia casa e, con l’occasione, sostituirò anche gli infissi. Mi sono rivolto ad alcune aziende per avere dei preventivi e vorrei capire quali sono le differenze tra infissi interni, esterni e serramenti.

Molto spesso, ormai, si parla di infissi e serramenti utilizzando le due parole con uguale significato. Dovremo quindi, innanzitutto, operare un distinguo tra questi due elementi.

Infisso

L’infisso è, come indica la parola stessa, l’elemento fisso del varco (che sia una porta o una finestra) ed in genere si identifica con il telaio. Il telaio, appunto, è il supporto fissato alla muratura della struttura.

Serramento

Il serramento è l’elemento mobile e, quindi, apribile, del varco; le sue ante sono ancorate all’infisso per mezzo cerniere, le quali consentono, appunto, di aprire o chiudere il vano.

Un’altra importante distinzione da fare è quella tra infissi interni ed esterni.

Infissi interni

Gli infissi interni sono rappresentati per lo più dalle porte.

Esiste una grande varietà di porte, che possono essere distinte per il tipo di materiale in cui sono realizzate:

  • legno;
  • vetro;
  • Pvc.

Altra distinzione che possiamo operare è quella in base al tipo di apertura:

  • a battente;
  • scorrevole (o a scomparsa);
  • a soffietto (o a libro).

Tutti gli infissi interni, e quindi le porte, sono però accomunabili per le loro specifiche funzioni:

  • sono finiture e, dunque, considerati come elementi di arredo della nostra casa: va da sé, dunque, che nella scelta ci orienteremo sul design che meglio si integra con il contesto estetico dell’abitazione;
  • servono a suddividere e definire gli spazi della casa (ad esempio, dividendo la zona giorno dalla zona notte) nonché a mantenere la privacy degli ospiti;
  • sono utili a preservare la temperatura nelle varie stanze dell’abitazione.

Infissi esterni

Parliamo di infissi esterni quando, per lo più, ci riferiamo alle finestre.

Esistono, tuttavia, anche altre tipologie di infissi esterni, tra i quali si annoverano:

  • le porte-finestre;
  • le luci fisse.

La caratteristica che accomuna tutti i tipi di infissi esterni è l’illuminazione; servono, cioè, a dar luce agli ambienti in cui sono inseriti. Le cosiddette “luci fisse” assolvono, però, solo a questa funzione, dal momento che non possono essere aperte.

D’altro canto, invece, le finestre sono utili anche ad una corretta aerazione delle stanze, nonché, nel caso delle porte-finestre, consentono il passaggio da e verso l’esterno.

Al fine di orientarsi in merito alle differenze tra infissi interni, esterni e serramenti, quanto detto sopra rappresenta un primo passo, per maggiori approfondimenti nella scelta cliccare qui.

Seguici e Condividi

Info sull'autore

Redazione author

Redazione del Portale Casa Mia

error

Ti piace questo blog? Seguici anche sui nostri social!