Meglio acquistare la casa in contanti o con mutuo?

Meglio acquistare la casa in contanti o con mutuo?

Ho intenzione di acquistare un piccolo appartamento che ho trovato a poco prezzo ma non so se è meglio acquistare la casa in contanti o prendendo un mutuo?

Uno dei dubbi più frequenti quando si decide di comprare un immobile riguarda la scelta del metodo di pagamento e cioè se è meglio acquistare la casa in contanti o con mutuo.

Potrebbe sembrare a prima vista un dubbio di semplice soluzione ed invece è sempre bene analizzare accuratamente la situazione.

In caso di obbligo di acquisto tramite mutuo per disponibilità economica ridotta, questo problema non sussiste.

Questo perché, in questa situazione, la strada che porta alla banca è l’unica soluzione fattibile e realistica.

CONTANTI, MUTUO O ENTRAMBI?

Anche se si possiede l’intera somma per l’acquisto dell’immobile in contanti, può paradossalmente essere giusto prendere in considerazione un mutuo. 

Questo perché pagando in contanti si evita si di contrarre un debito con una banca, ma questa scelta può lasciare poca liquidità a disposizione.

Utilizzando un mutuo si paga poco alla volta, una soluzione sicuramente più sostenibile per la maggior parte dei possibili acquirenti. 

Chi ha sia liquidità economica che disponibilità per un mutuo sceglie sempre con maggior frequenza una divisione dell’acquisto della casa tra questi due metodi di pagamento. 

Comprare parte della casa con liquidità e parte con mutuo, consente di poter mantenere una disponibilità in contanti.

Questa liquidità verrà utilizzata per poter poi sostenere le spese notarili con le relative imposte, i possibili costi dell’agenzia immobiliare e gli arredi, oltre alle altre spese legate all’immobile.

Come già detto in precedenza, scegliere di pagare la casa in contanti è vantaggioso perché evita di contrarre un debito con la banca per molti anni.

L’impegno nei confronti della banca infatti può avere tempi molto lunghi.

Ad oggi i mutui possono durare fino ai 30 anni durante i quali dovrai pagare anche gli interessi passivi.

Oltre a questo, pagare in contanti la casa ha costi più bassi rispetto al mutuo.

Questo perché non si devono pagare oltre agli interessi alla banca, anche gli onorari e le tasse al notaio e allo Stato relative all’atto di mutuo. 

L’ideale conclusione sarebbe quella di poter pagare tutto in contanti.

Un “tutto” che riguarda, oltre che la vera e propria compravendita della casa, anche le spese extra.

Quindi, prima di puntare decisi su di un metodo di pagamento per acquistare la casa, controllate bene i fondi che avete a disposizione e agite di conseguenza.

Seguici e Condividi

Info sull'autore

Bruno Bonifazi author

Presidente del gruppo Bonifazi Franchising Immobiliare

error

Ti piace questo blog? Seguici anche sui nostri social!