Si può costruire una casa in legno su un terreno agricolo?

Si può costruire una casa in legno su un terreno agricolo?


 

Ho  recentemente avuto in eredità un terreno agricolo di 5000 mq e  vorrei  sfruttarlo costruendoci sopra una casa prefabbricata in legno. È possibile?

 

Prima di capire se si può costruire una casa prefabbricata in legno in un terreno agricolo, va spiegato cosa si intende proprio per terreno agricolo.

Un terreno agricolo è quel lotto di terra dove si può esercitare un’attività di coltivazione, di allevamento del bestiame e di attività connesse.  Per attività connesse intendiamo, per esempio, la trasformazione o la lavorazione di prodotti agricoli che rientrano nel ciclo produttivo del terreno.

Lo scopo principale di destinare ad area agricola una parte di territorio è quello di limitare l’attività di edificazione in tale area. Si protegge, cosi, il paesaggio, l’ambiente e si mantiene un equilibrio ottimale tra aree libere e aree costruite o in costruzione.

Chi può costruire

Detto questo, è opinione comune che in un terreno agricolo non si possa costruire una casa. Questa affermazione non corrisponde completamente a verità, in quanto l’attività di costruzione non è del tutto vietata ma è consentita solo entro parametri particolarmente ristretti e ben definiti.

Vengono escluse, di conseguenza, quelle tesi in base alle quali le case prefabbricate in legno sarebbero esenti da questi vincoli, solo perché realizzate in materiale eco-sostenibile, più leggero, senza l’ausilio di fondazioni e lavori di sbancamento e scavo eccessivamente invadenti rispetto ai manufatti in muratura.

Nella realtà dei fatti, per poter realizzare una costruzione sopra un terreno agricolo bisogna essere, innanzitutto, un coltivatore diretto o imprenditore agricolo o professionale. Un eccezione a questa regola,  è quella della costruzione di edifici non destinati ad abitazione, ma complementari alla gestione del terreno (magazzini, fienili, stalle,etc.)

In ogni caso al proprietario del terreno sono richieste autorizzazioni comunali.

Le autorizzazioni per costruire riguardano sia l’edificazione di edifici in muratura, sia quelli prefabbricati in legno.  Servono, quindi, il Permesso di Costruire e di eventuali nulla osta legati a restrizioni specifiche del terreno, oltre che mantenersi nei parametri stabiliti nell’indice di edificabilità previsto per l’area.

Sta poi ad ogni comune/provincia/regione la gestione di determinate leggi e normative che vincolano questi aspetti. È necessario, quindi, informarsi riguardo alle licenze richieste dal Regolamento Edilizio Comunale in cui si trova il terreno.

Seguici e Condividi

Info sull'autore

Bruno Bonifazi author

Presidente del gruppo Bonifazi Franchising Immobiliare

Ti piace questo blog? Seguici anche sui nostri social!